Recensione di Sabina Sirsi

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

Un fiume, le cui acque sempre in movimento, nascondono il suo letto, ma in alcuni momenti lo lasciano intravedere. Giuseppe Marino ha incontrato l’arte di Turlough O’Carolan e da quell’incontro ne e’ nato un romanzo. Uno scrittore che incontra un musicista, il linguaggio narrativo che incontra quello musicale. L’arte, quindi, che incontra l’arte non per…

Continua a leggere….

La bellezza di volgere lo sguardo al di la di tutte le cose terrene

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

“L’ultimo cantore d’Irlanda” dello scrittore emergente Giuseppe Marino è un bel romanzo che narra le vicende dell’arpista irlandese Turlough O’Carolan, colui che alla fine del Seicento fuse la musica comune con quella colta. Questa magia compiuta dal musicista mise assieme la bellezza e la sofferenza dei luoghi, unendo la musica popolare con quella colta. L’arpista divenne cieco…

Continua a leggere….

La meravigliosa avventura dell’arpista irlandese Turlough O’Carolan

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

Il romanzo “L’ultimo cantore d’Irlanda” racconta la piccola avventura dell’arpista irlandese Turlough O’Carolan, vissuto alla fine del Seicento, che fu in grado di fondere la musica popolare irlandese con la musica colta del secolo dei lumi. Attraverso i suoi suoni è riuscito a cogliere e raccontare la bellezza e la sofferenza della sua terra. L’arpista…

Continua a leggere….

La storia di un personaggio divenuto leggenda

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

Turlough O’Carolan, l’ultimo bardo d’Irlanda, il leggendario cantastorie, con la sua arpa e il suo fedele amico e aiutante, Phelan, viaggia per tutta l’isola verde, la sua amata patria Irlanda, fermandosi per paesi, castelli e città a rallegrare i cuori di chi è oppresso e le corti dei nobili. Carolan, cieco fin dalla gioventù, si…

Continua a leggere….

L’ultimo meraviglioso viaggio per realizzare un sogno

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

Citazione “Volle restare solo, lì, sospeso tra la terra e il cielo, immerso nei suoi pensieri. Abbracciava la sua arpa, come uno sposo la sua amata. Forse ringraziava Qualcuno. E poi suonò, ma non si udì alcuna parola.” Il libro “L’ultimo cantore d’Irlanda” dello scrittore emergente Giuseppe Marino con le illustrazioni di Simona Corale è un…

Continua a leggere….

Il cuore del libro è racchiuso nel sogno dell’uomo

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

“L’ultimo cantore d’Irlanda” di Giuseppe Marino è un romanzo affascinante sia per l’argomento che tratta che per i luoghi incantevoli dell’Irlanda in cui questa storia suggestiva è stata ambientata. Il romanzo “L’ultimo cantore d’Irlanda” narra la piccola avventura e il sogno dell’arpista irlandese Turlough O’Carolan che visse alla fine del Seicento e riuscì a fondere la…

Continua a leggere….

Recensione di Milena Schirano

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

Io non sono un critico letterario. Sono, come dico sempre, un’utente appassionata dei libri. Un libro è un viaggio emozionante.  La bellezza di un libro è incomprensibile a chi non li ama, è usare la fantasia, è “leggere” la fantasia. Leggere significa entrare in un periodo, in un personaggio, è immedesimazione, svago, conforto, curiosità. Come…

Continua a leggere….

Recensione di Mariella Eloisia Orlando

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

Un viaggio condensato in 13 capitoli, narra dell’ultimo bardo d’Irlanda, Turlough O’Carolan, arpista e poeta itinerante realmente vissuto nell’Irlanda del 1700. O’Carolan nacque a Nobber, nella contea di Meath. All’età di 14 anni si spostò con la sua famiglia a Ballyfarnan, nella contea di Roscommon, dove suo padre andò a lavorare presso la famiglia MacDermott…

Continua a leggere….

Recensione di Francesca Paola Simon

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

Testo linguisticamente semplice e lineare, che predilige una struttura paratattica delle proposizioni, quindi di gustosa leggibilità, esso è la narrazione di un personaggio divenuto leggenda, vissuto nell’Irlanda del XVIII secolo: Turlough O’Carolan. Il racconto è inserito in un preciso quadro storico che fa costante riferimento all’annosa contrapposizione culturale e, soprattutto, religiosa tra irlandesi e inglesi,…

Continua a leggere….

Recensione di Vincenza Musardo Talò

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

La narrativa italiana, con questo ulteriore lavoro di Giuseppe Marino, si arricchisce di un contributo valido, teso soprattutto a veicolare un singolare e interessante aspetto della cultura irlandese di età moderna ma ancorata a suggestivi elementi e figure, preesistenti al fenomeno della romanizzazione del mondo anglossassone. Trattasi di un romanzo breve o di un racconto…

Continua a leggere….