Le letture di luglio 2016

“Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto; io sono orgoglioso di quelle che ho letto”.

Così scriveva Jorge Louis Borges in una delle sue poesie. E con questa citazione voglio augurare questa nuova rubrica a cui ho deciso in modo molto semplice di dare il nome Le mie letture. Nell’ultimo giorno del mese, quindi, uscirà un post con i libri che ho letto. Non vuole essere semplicemente una mera e vuota lista di libri letti. Sarà un modo come un altro per condividere insieme ai miei 25 lettori o poco più di cui parla Egidio Lenti in questo post e a quanti approderanno sul mio blog (saranno i benvenuti) la mia attuale formazione in merito alla lettura. Questo anche per ovviare alle tante domande che mi vengono poste in merito.

“L’amore non sta nell’altro, ma dentro noi stessi. Siamo noi che lo risvegliamo. Ma, perché questo accada, abbiamo bisogno dell’altro. L’universo ha senso solo quando abbiamo qualcuno con cui condividere le nostre emozioni.”

Mi ha molto ispirato a prendere questa decisione l’aforisma di Paulo Coelho. Credo fermamente che la bellezza che si può trovare in una lettura vada condivisa. Emozioni, sensazioni, eccitazioni, impressioni, paure, avventure: si può provare qualsiasi sentimento leggendo un libro. Si può viaggiare in tempi e luoghi lontani e quindi diversi senza tuttavia provocare fratture ne’ lacerazioni. Ci si può immedesimare in un personaggio piuttosto che in un altro e condividerne le sorti e le avventure. Ci si può rispecchiare e persino leggere la nostra vita.

La lettura di un libro è un viaggio che aiuta a scoprire noi stessi. In ordine cronologico le mie 8 letture con le rispettive trame.

1. ROLLINS James, Il marchio di Giuda, TEA 2014, pagg. 496 

9788850222230Una giovane donna irrompe nella casa di Grayson Pierce, agente segreto della Sigma, e sviene tra le sue braccia. Sconcertato, lui la riconosce all’istante: è Seichan, membro di spicco di una potente organizzazione terroristica. La donna è gravemente ferita e ha con sé un oggetto piccolo ma prezioso: un obelisco di pietra su cui sono incisi simboli di una lingua antichissima, addirittura antecedente ai geroglifici. Cosa significano quei segni? E chi vuole uccidere Seichan? In un’isola sperduta dell’arcipelago indonesiano, si diffonde un’epidemia devastante, che costringe le autorità sanitarie a requisire una lussuosa nave da crociera, così da isolare gli uomini e le donne contagiati da un virus letale e sconosciuto. Tuttavia, soltanto poche ore dopo, alcuni pirati abbordano la nave e, ignorando il ricchissimo bottino, concentrano invece la loro attenzione sugli individui infetti e sugli scienziati che stanno investigando sull’accaduto, tra i quali ci sono Lisa Cummings e Monk Kokkalis, agenti della Sigma. Perché quell’epidemia è così importante? E in quale modo è legata all’enigmatico obelisco e al misterioso viaggio di ritorno di Marco Polo dalla Cina, mai raccontato nel “Milione”? Da Washington al Sud-est asiatico, dal Vaticano a Istanbul, gli agenti della Sigma sono gli unici a poter scongiurare una minaccia che la Storia sembrava aver cancellato per sempre. Ma non potranno fidarsi di nessuno, perché chiunque, amico o nemico, potrebbe avere il “marchio di Giuda”.

2. SIMONI Marcello, L’abbazia dei cento inganni, Newton Compton 2016, pagg. 352

labbazia-dei-cento-inganni_7615_Ferrara, inverno 1349. Un’inquietante processione di gente incappucciata si aggira nelle selve vicino alla città, terrorizzando chiunque abbia la sfortuna d’imbattervisi. E mentre si diffondono voci su riti satanici e segni dell’apocalisse, c’è chi scorge in quelle apparizioni un astuto complotto. Tra loro anche l’impavido cavaliere Maynard de Rocheblanche che, con l’appoggio della Santa Inquisizione, intraprende un’indagine per cercare di far luce sulla verità. L’impresa si rivelerà tuttavia più difficile del previsto, perché sono molti i prelati più interessati ai suoi segreti che a risolvere il caso. Maynard è infatti l’unico custode del mistero più grande della cristianità, la leggendaria reliquia attribuita a Gesù, il Lapis exilii. E questa volta, privato dell’appoggio dell’abate di Pomposa, potrà fare affidamento solo sulla sorella, la monaca Eudeline, per difendere se stesso e i propri amici e cercare di svelare l’intrigo che lo coinvolge…

3. JAPP Andrea H., I delitti della cattedrale, Newton Compton 2016, pagg. 336

i-delitti-della-cattedrale_7033_1288, Alessandria D’Egitto. Un mercante recupera la sporca bisaccia di un viaggiatore agonizzante, non sapendo che la sacca custodisce un terribile segreto e che, in questo modo, ha firmato la sua condanna a morte. Poco dopo, infatti, verrà sgozzato mentre tenta di venderla a un oscuro intermediario, inviato dal conte Aimery de Mortagne.
1307, Convento di Clairets, Francia. Alla guida del monastero c’è la madre priora Hucdeline de Valézan, protetta dal suo spietato fratello, monsignor Jean, longa manus del potere di Roma. Una giovane suora, Angélique, viene scoperta senza vita nella sua cella. È stata uccisa per errore a causa della sua somiglianza con una delle consorelle, Marie-Gillette d’Andremont, scappata dalla Spagna dopo l’omicidio del suo amante. Ma chi può essere l’assassino della novizia? E chi saranno le sue prossime vittime? Forse le prostitute ospitate nel convento per iniziare una nuova vita? Oppure uno dei lebbrosi che la madre priora ha dovuto accogliere perché obbligata dal conte de Mortagne?

4. WEINBERG Felix, Bambino n° 30529, Newton Compton 2016, pagg. 288

bambino-n30529_6783_Felix aveva tutto nel suo paese natio, la Cecoslovacchia: una famiglia felice e abbiente, un’infanzia serena, l’affetto dei suoi genitori.
A dodici anni, però, il suo mondo va in pezzi: a causa delle persecuzioni naziste, il padre fugge in Inghilterra, nella speranza di potersi rifare lì una vita con i suoi cari. Ma il piccolo Weinberg, i fratelli e la madre non fanno in tempo a raggiungerlo: saranno catturati dai tedeschi e inizierà il loro drammatico calvario nei campi di concentramento. Felix sopravvivrà miracolosamente a cinque lager – tra cui Theresienstadt, Auschwitz e Birkenau – e persino alla terribile “Marcia della Morte” per essere trasferito da un campo all’altro. Dopo aver perso sua madre e suo fratello ed essere stato deportato per l’ultima volta a Buchenwald, riuscirà finalmente a tornare in libertà e a riabbracciare suo padre, dopo cinque anni di orrore. Quella di Felix Weinberg è una storia incredibile: il racconto duro e senza censure della spietatezza dell’Olocausto e dell’orrore che non ha risparmiato neppure i più piccoli e puri.

5. BARONE G. L., La cospirazione degli illuminati, Newton Compton 2016, pagg. 384

la-cospirazione-degli-illuminati_3647_È notte fonda quando un bagliore accecante illumina la notte di Torino: la cappella del Guarini è in fiamme.
Basta poco perché la tragica notizia si diffonda in tutto il mondo: la Sacra Sindone è andata distrutta. Quattro mesi dopo, in una Roma assolata e caotica, uno scandalo travolge il Vaticano: il colonnello Weistaler, comandante della Guardia svizzera, viene brutalmente assassinato il giorno del giuramento delle nuove reclute.
Cosa lega due eventi apparentemente così lontani tra loro? Le indagini di Stella Rosati, giovane procuratore, portano alla luce una serie di relazioni che coinvolgono le alte sfere vaticane, il presidente dello IOR, trafficanti d’armi e alcune cellule terroristiche islamiche. Ma la Rosati non è l’unica a voler svelare il mistero che si cela dietro l’omicidio di Weistaler. Anche Andreas Henkel, ex agente del Servizio di Sicurezza Cecoslovacco, ora a servizio del Vaticano, si precipita a Roma subito dopo il delitto. Qualcuno tesse dall’alto pericolose trame per distruggere dall’interno la Chiesa di Roma. Ma c’è un’insidia ancora maggiore che incombe sulla cristianità: gli Illuminati per voluntatem Dei. Chi sono? Qual è il loro folle piano? E fin dove sono pronti a spingersi per realizzarlo?

6. BARONE G. L., Il sigillo dei tredici massoni, Newton Compton 2015, pagg. 384

il-sigillo-dei-tredici-massoni_7031_Nel giorno dei funerali del primo ministro italiano, ucciso in un terribile attentato, il cadavere di un uomo con uno strano tatuaggio sul petto viene rinvenuto sotto un ponte ai piedi di Castel sant’Angelo.
L’indagine, affidata al pubblico ministero Lorenzo Fossati, si svolge in un clima surreale e sotto fortissime pressioni politiche, mentre nel partito di maggioranza cominciano le lotte per l’elezione di un nuovo leader. Contemporaneamente, in un’isola della Grecia, una donna di nome Eva viene aggredita nella sua villa affacciata sul mare. Non è un tentativo di furto ma un assalto in piena regola, compiuto da paramilitari armati di tutto punto. I due eventi, all’apparenza così lontani e diversi, sono in realtà collegati, ma quando Fossati lo scoprirà, si troverà davanti a un’organizzazione troppo forte per un solo uomo…
In fuga da pericolosi individui, Fossati si metterà in viaggio per l’Europa in compagnia di Eva, anche lei minacciata di morte. Chi si cela dietro il gruppo di cospiratori? Di quali delitti, ancora senza colpevole, si sono macchiati in tutto il mondo?

7. JACQ Christian, Il figlio di Ramses. Il libro proibito, tre60 2016, pagg. 261

9788867023066_0_170_0_75La missione di Setna è chiara: raggiungere Pi-Ramses, la magnifica “città turchese”, e chiedere al padre, il faraone Ramses, di aprire la tomba maledetta e di far così luce sul mistero della scomparsa del vaso sigillato che contiene il segreto di Osiride, capace di distruggere ogni cosa e di avvelenare il fuoco, l’aria, l’acqua e la terra. Il viaggio del giovane scriba è tuttavia costellato di ostacoli e di trappole e segnato da un altro, ancor più inquietante, mistero: la sparizione del Libro di Thot, le cui formule arcane sono così sconvolgenti da dare, a chi le conosce, un dominio assoluto sulla vita e sulla morte. In più, una volta giunto a Pi-Ramses, Setna si ritroverà assediato da minacce e pericoli, contro i quali anche la sua profonda saggezza e i suoi straordinari poteri rischiano di essere inutili: perché Ramses si rifiuta di aiutarlo? Cosa vuole davvero il ladro del Libro di Thot?. Come opporsi al Male che sembra stringere in una morsa l’intera corte del faraone? A poco a poco, Setna si renderà conto che c’è una sola persona in grado di rispondere a queste domande: la sacerdotessa Sekhet, la sua fidanzata. Ma prima deve trovarla, perché Sekhet, in costante pericolo di morte, è dovuta fuggire lontano da lui…

8. TENNERIELLO Leo, In amore siamo cose, Pubblicazioni Italiane 2015, pagg. 133

copUn libro in due. Il primo, “In amore siamo cose”, è la storia di un incaricato di faccende che non va mai oltre l’ordinario. Tutto gli è estraneo e familiare. Sempre sulla soglia dell’esistenza, un dilettante della vita. Si avvicendano nel racconto scorribande sentimentali e impiegatizie. Un Lui e diverse Lei che hanno imparato, per sopportare senza soffrire, a relazionarsi come cose. Il secondo, “Freevolution”, è fatto di piccole riflessioni, poesie da sopra a sotto, da sotto a sopra, allo specchio, al contrario, a zig zag. Un libro sul distacco umano che rende le persone ancora più radicate in se stesse. Forse.

Ecco, dunque, i libri che ho divorato nel mese di luglio per un totale di 2634 pagine. Per la maggior parte, come si può notare, sono thriller: è un genere che mi attira molto. Al momento non so se questi libri o quelli che leggerò in futuro verranno da me recensiti, ma non è escluso. La vita è piena di riserve.

E voi quale libro avete letto nel mese di luglio? Perché ne avete letto qualcuno, vero?

Condividere è giusto...Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
0Email this to someone
email

Lascia un commento da Facebook:

8 Comments

  • alessandro sta

    Reply Reply 8 Agosto 2016

    Buonasera maestro,
    Lei è stato il mio insegnante alle scuole elementari e in tutti questi anni ha dato il meglio di se attraverso questa grande passione. Le auguro il meglio affinché tutti i sogni possano realizzarsi.
    un abbraccio

    • Giuseppe

      Reply Reply 9 Agosto 2016

      Grazie mille, Alessandro.

  • alessandro sta

    Reply Reply 8 Agosto 2016

    Inoltre ho già letto, con passione ed entusiasmo, il libro dal titolo “La profezia del libro perduto di Martin Rua”. Continua così maestro!!!!!!

    • Giuseppe

      Reply Reply 9 Agosto 2016

      La profezia del libro perduto di Martin Rua sarà la mia prossima lettura. Appena lo compro.

  • saverio philosphus

    Reply Reply 8 Agosto 2016

    Io ultimamente ho letto l’insostenibile leggerezza dell’essere che consiglio a tutti di leggere poi ho letto anche “Ciò che Dante non ha visto. L’inferno” di Alfred Wetzler che parla della vita nei campi di concentramento di Auschwitz e come terzo libro ho letto di Nicholas Sparks, “Nei tuoi occhi”.

    • Giuseppe

      Reply Reply 9 Agosto 2016

      Ciao Saverio. Benvenuto nel mio blog. L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera l’ho letto anch’io molto tempo fa. Un classico, ormai. Un bel libro. Forse un po’ pesantuccia come lettura estiva?

  • Alessia

    Reply Reply 9 Agosto 2016

    Ultimamente nel mese di luglio ho letto un libro di Marc Levy “Il primo giorno”, in questi mesi mi dedico a letture più leggere!
    Un abbraccio!

    • Giuseppe

      Reply Reply 9 Agosto 2016

      Brava Alessia. Ho letto la trama. La trovo interessante.

Leave A Response

* Denotes Required Field