La bellezza di volgere lo sguardo al di la di tutte le cose terrene

titolo-ultimo-canotre-dirlanda

L’ultimo cantore d’Irlanda” dello scrittore emergente Giuseppe Marino è un bel romanzo che narra le vicende dell’arpista irlandese Turlough O’Carolan, colui che alla fine del Seicento fuse la musica comune con quella colta. Questa magia compiuta dal musicista mise assieme la bellezza e la sofferenza dei luoghi, unendo la musica popolare con quella colta.

L’arpista divenne cieco da giovane e in tarda età provando la stanchezza procuratagli dalla vita e dalla sofferenza provata per il dolore vissuto dalla sua Irlanda, decise di farsi un dono, raggiungendo il suo sogno. Assieme a Phelan, il suo amico fidato, partì per il suo viaggio.

Il romanzo “L’ultimo cantore d’Irlanda” di Giuseppe Marino oltre a narrare la storia di questo musicista intraprendente ha mostrato il vero volto di una terra che ha sofferto sia per la dominazione inglese, sia per la guerra di religione tra anglicani e cattolici.

La bellezza del libro è racchiuso nella capacità di un uomo di far vagare lo sguardo al di là di tutte le cose terrrene, per cogliere il dolore ma anche la felicità così come si presentano, senza dover rinunciare a qualcosa.

Lo scrittore Giuseppe marino, con la storia raccontata ne “L’ultimo cantore d’Irlanda” è riuscito a scrivere un libro in cui i lettori si lasceranno andare alla ricerca del proprio sogno.

Condividere è giusto...Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
0Email this to someone
email

Lascia un commento da Facebook:

Leave A Response

* Denotes Required Field