Giuseppe Marino, scrittore, nasce nel 1974 e vive a Lizzano (TA). Sin dall’infanzia mostra una viscerale passione per la scrittura andando a scavare in tematiche in cui il divino e il quotidiano si fondono.

Questa ricerca autentica e continuamente innovata, negli anni a venire, contraddistinguerà l’assoluta originalità dei suoi testi, destando un forte interesse della critica e una speciale attrazione per i lettori.

Marino, dopo la maturità classica e un biennio in Filosofia, si trasferisce a Roma per intraprendere gli studi teologici. Consegue dapprima il Baccalaureato in Teologia presso la Pontificia Università Lateranense e la specializzazione in Teologia Fondamentale presso la Pontificia Università Gregoriana.

Docente di Scuola Primaria e Direttore Artistico dei "Concerti di Primavera", una rassegna di musica classica che si tiene a Lizzano.

shadow-ornament

Pubblicazioni


L’eternità e due pugni di sabbia, Tipografia Aquaro, Martina Franca (TA), 2004;

L’irruzione dell’eterno nel tempo. Il tempo dell’attrazione dell’amore, Tipografia Aquaro, Martina Franca (TA), 2005;

Il roveto ardente e il ramo di mandorlo. La rivelazione del nome di Dio, Tipografia Aquaro, Martina Franca (TA), 2007;

L'Ultimo Bardo d'Irlanda, & MyBook, Vasto (CH), 2009;

La fenice e altre poesie in "Bookland 2010", & MyBook, Vasto (CH), 2010;

L'arpa di Turlough O'Carolan, Talmus Art, San Marzano di S. G. (TA), 2012

Il viandante e il divoratore di falene, Edizioni del Faro, Trento, 2014

Altre pubblicazioni

Introduzione in Maddalena Corigliano, Pallido inverno, Aletti editore, 2011, pp. 64

Lascia un commento da Facebook:

Leave A Response

* Denotes Required Field