25 domande indiscrete su libri e lettura

La chiave di ogni uomo è il suo pensiero. Benché egli possa apparire saldo e autonomo, ha un criterio cui obbedisce, che è l’idea in base alla quale classifica tutte le cose.

Questa citazione di  Ralph Waldo Emerson, autore a me caro (non per nulla il mio libro Il viandante e il divoratore di falene inizia con una sua citazione) mi da il chiaro senso della necessità della classificazione di ogni cosa nella nostra vita. Oltretutto avere i famosi cassetti tutti belli ordinati nella nostra mente aiuta di molto a trovare (e a ritrovarsi) ciò che cerchiamo.

Oggi va di moda il meme, un modo come un altro per classificare (e per classificarci), in un modo del tutto peculiare, la nostra vita, qualunque cosa noi facciamo, qualunque cosa noi leggiamo. Sì, perché il meme di oggi parla di libri e letture. Sono tanti già, scrittori e blogger, ad aver partecipato alla compilazione di queste 25 domande. Alcuni esempi: Silvia AlgerinoSalvatore AnfusoChiara SolerioMonica Brizzi. Altri esempi si possono trovare anche su tanti altri blog: Hand of DoomThe Lark and the PlungePiccola Crisalidemyrtilla’shouseReader’s Bench. Solo per citarne alcuni. Ovviamente su Google ognuno può continuare la propria ricerca.

In questo video di Letture disordinate si possono ascoltare delle risposte molto interessanti.

E senza dilungarmi oltremodo vi lascio al mio meme.

01. COME SCEGLI I LIBRI DA LEGGERE?

Generalmente in base ai miei gusti letterari. In primis, romanzi storici e thriller. A seguire fantasy e poesie.

02. DOVE COMPRI I LIBRI?

Di solito, in libreria. Ma anche su Amazon.

03. ASPETTI DI FINIRE UNA LETTURA PRIMA DI COMPRARE UN NUOVO LIBRO?

Assolutamente no. Anche perché ogni volta che entro in una libreria acquisto sempre, come minimo, 5 libri.

04. IN QUALE MOMENTO DELLA GIORNATA PREFERISCI O PUOI DEDICARTI ALLA LETTURA?

Non ho un momento particolare. Capitano giorni in cui leggo dalla mattina alla sera con alcune pause (pausa merenda, pausa pranzo e pausa sigarette).

05. QUANDO COMPRI UN LIBRO TI FAI INFLUENZARE DAL NUMERO DI PAGINE?

Assolutamente no. Non ho paura dei libri.

06. QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

Come ho detto poc’anzi romanzi storici, thriller, fantasy e poesie.

07. HAI UN AUTORE PREFERITO? CHI?

Più di uno. Per quanto riguarda autori di romanzi storici mi piacciono Simon Scarrow, Andrea Frediani e Roberto Fabbri. Per i thriller adoro Dan Brown, Marcello Simoni, Martin Rua e G.L. Barone. Per i fantasy, Tolkien e Lewis. E tra i poeti Giorgio Caproni, Mario Luzi e Fernando Pessoa. Adoro Erri De Luca e Alessandro Baricco. Ovviamente Luigi Pirandello e Hermann Hesse, i miei maestri.

08. QUANDO È INIZIATA LA TUA PASSIONE PER LA LETTURA?

Credo sia iniziata ai tempi del IV Ginnasio. Ricordo ancora la prima volta che sono entrato in una libreria per comprare il mio primo libro: I Malavoglia  e Mastro don Gesualdo edito dalla Newton Compton. Lo pagai 3900 lire. Da allora non ho mai smesso di leggere.

09. LI PRESTI MAI I TUOI LIBRI?

Qualche volta. E solo ad amici fidati. Anche perché i libri prestati raramente tornano indietro.

10. NE LEGGI UNO ALLA VOLTA O PIÙ CONTEMPORANEAMENTE?

Non riesco a leggere più di un libro alla volta. Riesco a concentrami solo su di uno.

11. LA TUA CERCHIA DI FAMILIARI E AMICI LEGGE?

Pochissimi. Si contano sulle dita di una mano.

12. QUANTO IMPIEGHI MEDIAMENTE A FINIRE UN LIBRO?

Dipende dal libro. Posso leggere un romanzo di 300 pagine anche in un solo giorno.

13. SE INCROCI QUALCUNO CHE LEGGE IN PUBBLICO SBIRCI IL TITOLO DEL LIBRO?

Sempre. La curiosità è troppo forte.

14. SE NE POTESSI SALVARE SOLO UNO, QUALE SALVERESTI?

Trovo molto difficile rispondere a questa domanda. Sicuramente uno dei miei.

15. PERCHÉ TI PIACE LEGGERE?

Per sete di conoscenza? Per puro piacere? Per evadere dalla realtà? Per rilassarmi?

16. LEGGI LIBRI IN PRESTITO O SOLO QUELLI CHE POSSIEDI?

Solo quelli che possiedo.

17. QUALE LIBRO NON SEI RIUSCITO A FINIRE?

I giorni dell’eternità di Ken Follett. L’unico.

18. HAI MAI COMPRATO UN LIBRO SOLO PER LA COPERTINA?

Mai.

19. C’È UNA CASA EDITRICE CHE APPREZZI IN PARTICOLARE?

Sì. La Newton Compton.

20. PORTI I LIBRI IN GIRO O LI TIENI AL SICURO IN CASA?

Ovviamente porto in giro soltanto il libro che sto leggendo.

21. TRA QUELLI CHE TI HANNO REGALATO QUALE HAI APPREZZATO MAGGIORMENTE?

Gente di Dublino di James Joyce.

22. COME SCEGLI UN LIBRO DA REGALARE?

In base ai gusti del lettore a cui dovrò regalare il libro.

23. C’È UN CRITERIO PARTICOLARE IN CUI È ORDINATA LA TUA LIBRERIA?

Diciamo che è abbastanza ordinata.

24. SE UN LIBRO HA DELLE NOTE HAI L’ABITUDINE DI LEGGERLE O LE SALTI?

Leggo tutto.

25. LEGGI LE INTRODUZIONI, PREFAZIONI E POSTFAZIONI O LE SALTI?

Leggo anche queste.

 

E le vostre risposte quali sono?

Condividere è giusto...Share on LinkedIn6Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0Email this to someone

Lascia un commento da Facebook:

14 Comments

  • Costa

    Reply Reply 22 agosto 2016

    Buonasera Giuseppe. Quante domande in questo tuo nuovo post: è sempre interessante leggere il tuo sito e soprattutto conoscere le tue curiosità letterarie. Ovviamente non riesco a rispondere ai tuoi 25 quesiti,anche perché non me li ricordo tutti; quindi proverò a fare un riassunto. Premesso che amo leggere anche io, prediligo romanzi d’amore e a seguire poesie. Acquisto generalmente in libreria, ma ormai anche su internet si compra bene. Leggo anche i libri in prestito, anzi ben vengano, anche perché la mia libreria come la mia casa sono un po piccole. Sono un po restia a prestare invece, perché sono d’accordo con te: raramente tornano indietro i libri. Io se mi ci metto e ho abbastanza tempo libero riesco a leggerne uno intero anche in un paio di giorni. Purtroppo vedo sempre meno intorno a me sia amici e parenti amanti della lettura. Però è bello salire su di un autobus, sedere su una panchina nel parco e vedere accanto qualcuno leggere, e qui cade per forza l’occhio sul titolo: è più forte di me. Leggere è sempre bello, fa sognare, ti fa perdere fra quelle pagine, ti fa viaggiare con la fantasia pur restando seduti appunto, è fantastica la tua frase, evadere dalla realtà che condivido molto e racchiude a pieno tutto il senso della lettura. Buona lettura a tutti.

    • Giuseppe

      Reply Reply 23 agosto 2016

      Ciao Costa. Grazie per aver condiviso questa tua bellissima testimonianza.

  • Salvatore

    Reply Reply 22 agosto 2016

    Grazie per la citazione, Giuseppe. Belle risposte.

    • Giuseppe

      Reply Reply 23 agosto 2016

      Ciao Salvatore. Benvenuto e soprattutto grazie a te!

  • Silvia

    Reply Reply 23 agosto 2016

    Grazie per avermi menzionata tra i meme, Giuseppe. Davvero non sei riuscito a finire I giorni dell’eternità? Ce l’ho nella mia biblioteca, ho amato i primi due romanzi della trilogia, questo non l’ho ancora iniziato. Ma ho sentito altri pareri come il tuo, molti sostengono che è noioso. Vediamo se farà lo stesso effetto anche a me quando lo leggerò. 🙂

    • Giuseppe

      Reply Reply 23 agosto 2016

      Ciao Silvia. Benvenuta. Purtroppo non sono riuscito a terminare “I giorni dell’eternità” di Ken Follett. Strano, anche perché, come autore, mi piace molto. Ho divorato “I pilastri della terra” e il suo sequel “Mondo senza fine” e li ho trovati di una squisitezza unica. Di questa sua ultima trilogia “Tha Century Trilogy” non ho letto i primi due: “La caduta dei giganti” e “L’inverno del mondo”. L’idea di ripercorrere le tappe e gli avvenimenti storici del secolo scorso attraverso la narrazione dei fatti di alcune famiglie di diversi luoghi mi entusiasmava. Trovavo l’idea così originale, ma ahimè, arrivato a pagina 885, la mia impresa si arenava. Mancavano poco più di 330 pagine. Stava diventando per me una lettura sterile e noiosa. Mah! Il bello di questa situazione è che ho anche due copie di questo libro. Non so se un giorno lo riprenderò. Intanto è ritornato sugli scaffali della mia biblioteca ad impolverarsi o ad ammuffire. Chissà!

  • Patricia moll

    Reply Reply 24 agosto 2016

    Ciao Giuseppe, ho visto il tuo commento e sono arrivata subito a curiosare.
    Grazie per avermi citata, intanto.
    Libri… amore, passione, malattia… e che mi interessa? Leggere è bello! È vita! Si impara, si conosce il mondo esterno ed interiore di autori e personaggi, ma anche il nostro.
    Come si fa a non leggere?

    Se ti interessa far pubblicità alla lettura c’è anche questo post https://hermioneat.blogspot.it/2016/08/leggere-non-e-peccato.html a cui io ho partecipato dopo aver letto il blog di Nadia https://svolazziescrittureblog.wordpress.com/2016/07/26/leggere-non-e-peccato-le-regole-del-gioco/#more-1665

    • Giuseppe

      Reply Reply 25 agosto 2016

      Ciao Patricia. Benvenuta nel mio blog. Grazie per avermi invitato all’iniziativa di Nadia. Cercherò di partecipare quanto prima.

  • Grazie mille per la citazione e complimenti per il blog, che seguirò con piacere. Delle tue risposte, mi ha sorpreso quella sulla Newton Compton, dal momento che non stimo particolarmente i loro prodotti e la loro politica editoriale, per motivi che non voglio scrivere qui. Per curiosità, perché ti piace? 🙂

    • Giuseppe

      Reply Reply 25 agosto 2016

      Ciao Chiara. Benvenuta nel mio blog. Credo che ogni grande casa editrice segua delle linee e delle politiche particolari. Della Newton Compton mi piacciono i thriller e i romanzi storici oltre che alcuni autori. Questo, ovviamente, non significa che io disprezzi le altre case editrici, sia chiaro.

  • Piccola Crisalide

    Reply Reply 28 agosto 2016

    Ciao Giuseppe, grazie mille per la citazione, mi ha fatto molto piacere aver contribuito in minima parte ad incuriosirti al punto da riproporre il meme! 😀

    • Giuseppe

      Reply Reply 28 agosto 2016

      Ciao. Benvenuta nel mio blog. L’ho fatto con molto piacere.

  • wwayne

    Reply Reply 20 gennaio 2017

    Anch’io apprezzo molto la Newton Compton. Tra i loro libri, il mio preferito è di gran lunga questo: https://wwayne.wordpress.com/2016/03/20/un-viaggio-memorabile/. Lo conosci?

    • Giuseppe

      Reply Reply 20 gennaio 2017

      Ciao. Benvenuto nel mio blog. Ho appena letto il tuo articolo e devo dire la verità: il libro di cui parli non lo conosco. Ho notato che lo descrivi con molto entusiasmo. Fa sempre piacere quando troviamo un libro che accompagna alcuni momenti della nostra vita. Ne vale la pena leggerlo? A breve passero anche dal tuo blog per salutarti. Grazie ancora.

Leave A Response

* Denotes Required Field